DISEGNIAMO IL FUTURO. CAMBIAMO IL PRESENTE.
dal 22 maggio al 7 giugno

Dai giovani innovatori ecco i 18 progetti vincitori sullo sviluppo sostenibile

Nell'ambito del concorso “Youth in Action for Sustainable Development Goals” premiate le migliori idee degli under 30, italiani e non.

Il contributo di giovani inventori under 30 per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell'Agenda 2030 promossi dall'Onu: ecco le 18 migliori idee progettuali premiate nell'ambito del concorso “Youth in Action for Sustainable Development Goals”, promosso sulla piattaforma digitale IdeaTRE60 dalle Fondazioni Accenture, Eni Enrico Mattei e Giangiacomo Feltrinelli, con il supporto di ASviS, Sdsn Youth, Aiesec, Rus (Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile) e la Fondazione Collegio delle Università Milanesi.

Oltre 180 i progetti pervenuti, sia da atenei italiani sia stranieri, di cui 93 ammessi alla selezione decisiva. Ai 18 primi classificati, l'opportunità di svolgere uno stage retribuito in aziende rilevanti e realtà legate al mondo del non profit, proprio per continuare a sviluppare idee al fine di portare i concetti di sostenibilità sempre più nelle vite e situazioni concrete.
Le tre fondazioni organizzatrici hanno messo a disposizione di tutti i partecipanti un corso strutturato in quattro lezioni, in modalità e-learning, sui temi: “Getting to Know the Sustainable Development Goals”, “Business & the SDGs”, “Come costruire un Elevator Pitch efficace”, “Come costruire un Business Plan efficace”, mentre i 40 finalisti hanno potuto frequentare un workshop formativo, con lo scopo di perfezionare la propria proposta in concorso.

Ecco in sintesi, i contenuti delle 18 idee progettuali premiate il 7 giugno a Roma in occasione della giornata conclusiva del Festival dello Sviluppo Sostenibile.

1 - Daniele VANETTI – progetto: NoPACK
NoPack è un’idea volta alla riduzione dei consumi di materiali di imballaggio dei prodotti di uso comune, in particolare degli alimentari.

2 - Darlain EDEME – progetto: COOPERAZIONE
Si tratta di una app pensata per informare, sensibilizzare e promuovere la partecipazione attiva del cittadino italiano riguardo agli SDGs.

3 - Gaia MUSMECI - progetto: SEA WATCHERS
Industrializzare l'approvvigionamento dei rifiuti di plastica recuperati dal mare attraverso un kit di recupero e di trituraggio e la reazione di un canale per il secondo utilizzo della plastica.

4 - Paula PEREZ BRIONES – progetto: PIATTAFORMA DI PARTECIPAZIONE CIVICA PER GLI SDGs
La piattaforma di partecipazione civica proposta intende fornire uno spazio per la sensibilizzazione, la formazione e la partecipazione dei cittadini intorno a gli SDGs.

5 - Lorenza SGANZETTA – progetto: GPP PER IL PARCO AGRICOLO DI MILANO
Il progetto si propone di approfondire le potenzialità del territorio agricolo milanese e offrire un'alternativa di green e local food provisioning in cui i piccoli agricoltori siano considerati custodi del territorio.

6 - Carol MAIONE - progetto: BIOMASS 4Light
Al fine di incrementare la produttività di biogass centers e ridurre i tassi di inquinamento, le stretegie puntano alla sensibilizzazione degli utenti sull'uso delle biomasse.

7 - Christian SALVATORE – progetto: TRACE4AD
TRACE4AD - The RAdiologist’s Cognitive Eyes for Alzheimer’s Disease: un sistema di intelligenza artificiale applicato alla diagnostica per immagine per la diagnosi precoce dell'Alzheimer.

8 - Federico AMATO – progetto: SMART COMMUNITY, EFFICIENT BUILDING!
Il progetto vuole favorire l'incremento dell'impatto delle politiche e degli investimenti in materia di risparmio energetico in edifici ad uso pubblico mediante un coinvolgimento attivo delle comunità locali.

9 - Carola STINCHELLI – progetto: ENVIRONMENTAL EDUCATION CHALLENGE
Il progetto fornisce il materiale per l'apprendimento delle tematiche legate alla questione ambientale e propone alle scuole di mettersi in discussione e confrontarsi, elaborando soluzioni creative per ridurre la produzione di emissioni di CO2.

10 - Gaia GUADAGNOLI – progetto: BRETMAPS
Circa l'88% dei comuni italiani rischia di essere interessato da eventi alluvionali, ecco perché questa start up, composta da giovani donne, si propone di realizzare un'app per l'invio di segnalazioni di potenziali situazioni pericolose attraverso foto e video alla propria amministrazione comunale.

11 - Sara ELLI – progetto: MAMME E LAVORO DECENTE
BlaBlaSchool è un'applicazione che permette l'organizzazione e ottimizzazione dei passaggi casa-scuola degli alunni della stessa scuola tramite la cooperazione dei genitori e quindi massimizzando l'utilizzo delle autovetture.

12 - Marco FALASCA – progetto: MAC
MAC è un modulo installabile in facciata e sui balconi, al posto delle ringhiere, per la coltivazione di vegetali e allevamento di pesce, rendendo l'edificio energicamente efficiente e garantendo la produzione di ortaggi e pesce con un ridotto consumo idrico.

13 - Angelo CORAZZA: progetto CREAZIONE DI UNA ECONOMIA CICLICA DELLA BIOMASSA
Riduzione del fabbisogno di energia non rinnovabile e delle emissioni di CO2 dei piccoli comuni italiani attraverso al realizzazione di sistemi di teleriscaldamento alimentato da centrali cogenerative ad alto rendimento a biomassa proveniente dal territorio.

14 - Chiara MOLINARO – progetto: MY SAFE CURE
Reperire informazioni sull'assistenza sanitaria grazie all'app My Safe CureY SAFE CURE, che garantisce all'utente un accesso rapido e sicuro ai dati sull'efficienza delle aziende ospedaliere per una scelta oculata.

15 - Emanuele FERRARI – progetto: FALLSAFE
Un sistema veloce per aiutare gli anziani a chiamare aiuto immediato in caso di caduta. Il sistema comprende un'app per cellulare ed un pulsante d'emergenza indossabile.

16 - Michelle SEMONELLA – progetto: STRESS MANAGER
Un’applicazione per imparare a gestire e ridurre lo stress, con tre obiettivi: abbattere i costi impiegati nell’assistenza sanitaria nazionale; rendere il benessere una dimensione accessibile a tutti; diminuire il rischio di disturbi psicopatologici causati dallo stress.

17 - Chiara GEMMITI – progetto: L’ALTA TECNOLOGIA E’ LA BASSA AUTOMAZIONE
Impianto di Riciclaggio a Scala Comunitaria dei materiali carta, plastica, metallo e vetro attraverso l'uso di apparecchiature a bassa automazione e piccola taglia.

18 - Francesca INSABATO – progetto: ESN – ECOSYSTEM SERVICES NETWORK
Lo sviluppo di Esn, una piattaforma per servizi ecosistemici che consente a stakeholder e attori locali di creare un mercato per tali servizi, creando valore per il territorio e associando un valore monetario alle risorse ambientali.

di Elis Viettone